Trump pagò 130mila dollari per il silenzio di un'ex pornostar

I protagonisti sono il Presidente degli Stati Uniti Donald Trump e la pornostar Stormy Daniels, all'anagrafe Stephanie Clifford.

Secondo quanto riportato dal Wall Street Journal, dunque stiamo parlando di una testata che non è mai stata ostile nei confronti del presidente americano, nel mese di ottobre del 2016 i legali di Trump avrebbero 'donato' alla ex attrice e regista del settore adult una cospicua cifra, per metterla a tacere su eventuali rivelazioni. L'obiettivo era non far uscire la notizia dell'incontro tra Trump e la pornostar, che sarebbe avvenuto nel luglio 2006 durante un torneo di golf di celebrità a Lake Tahoe. Pur non fornendo risposte precise relativamente alla circostanza del pagamento della somma di denaro alla Clifford, l'avvocato Cohen ha detto che Trump "smentisce con veemenza ancora una volta questo o qualsiasi altro incontro a sfondo sessuale". "Queste sono storie vecchie e riciclate che sono già state pubblicate e con forza smentite prima delle elezioni", ha dichiarato un funzionario commentando la vicenda del presunto accordo economico raggiunto con Stephanie Clifford.

Anche Cohen attacca il Wsj, dicendo: "questa è la seconda volta che voi sollevate accuse contro il mio cliente". Il Journal sottolinea che Clifford non ha risposto alle molteplici e-mail inviate per ottenere un commento. In proposito Cohen ha anche pubblicato una mail a firma di 'Stormy Daniels', in cui la Clifford avrebbe smentito l'esistenza di una passata relazione sentimentale o di qualunque rapporto sessuale con Trump.


Popolare

COLLEGARE