Torino: Mazzarri si presenta:"Per me piazza ideale". Entusiasmo Cairo:"Un sogno"

"Sono rientrato in Italia con entusiasmo, questo è l'ambiente ideale per me, lo percepivo anche da avversario - spiega -". Penso di poter fare bene: non amo fare grandi proclami, preferisco dare spazio ai fatti e non alle parole. Con la carriera che ho fatto, ho avuto la possibilità di scegliere i progetti, ma le trattative private non si raccontano, non sarebbe serio", ha detto Mazzarri, a lungo tra i papabili come nuovo ct dell'Italia "In questo momento della mia carriera, - ha aggiunto - essere stato chiamato da Cairo è la situazione migliore per me. "Sono i dettagli che fanno la differenza, soprattutto nel calcio moderno, e Mazzarri è molto attento alle piccole cose". Onestamente, amo partire da giugno, anche perchè sostituire un allenatore come Mihajlovic non è semplice. Ogni allenatore è un creativo, un artista. "E' un bravo ragazzo, lui non sfrutta al 100% delle sue qualità".

Domani il Torino affronterà il Bologna alle 12.30, per quella che sarà la prima da allenatore di Walter Mazzarri sulla panchina granata. "Iniziamo a pensare positivo - aggiunge -, partendo da qui i risultati arriveranno". Io mi sento già granata e chiedo che tutto il gruppo debba aiutarmi, a partire dai magazzinieri a far rendere questi ragazzi. A livello superficiale, basta questo dato a inquadrare l'involuzione nel gioco, che non si è riflessa sulla classifica, praticamente identica a un anno fa, ma ha invece deluso le ambizioni dei tifosi e della società, da tempo in attesa di scalare il gradino che separa il Toro da un piazzamento europeo. "La programmazione è lavorare, migliorare di partita in partita, poi si tireranno le somme".

Torino: Mazzarri si presenta:

Il presidente del Torino, Urbano Cairo, è stato intercettato dai microfoni di Sportitalia per spiegare la scelta che lo ha portato all'esonero di Sinisa Mihajlovic. Ma sono contento perché sono riuscito a prendere Mazzarri, un tecnico cui pensavo fin dal lontano 2007. "Nel mondo calcistico credo che la sorpresa sia sorprendersi".


Popolare

COLLEGARE