Maestro lo sgrida:genitori lo picchiano

Papà e mamma non gradiscono un rimprovero fatto al figlio e passano alle vie di fatto: una spedizione punitiva contro il docente colpevole di aver esercitato il suo ruolo. Costretto a una corsa al pronto soccorso, dovrà stare a riposo forzato.

Attimi di paura quelli che hanno visto protagonista un insegnante picchiato dai genitori di un alunno solo per aver rimproverato loro figlio.

"Non lo conoscevano, hanno chiesto in giro chi fosse e poi lo hanno colpito", dicono alcuni testimoni che sottolineano come il professore non abbia reagito all'aggressione.

Un insegnante di educazione fisica è stato aggredito, con calci e pugni, stamattina davanti alla scuola Vittorini di Avola. L'aggressione è avvenuta nel cortile della scuola. Solo l'intervento di altri insegnanti ha evitato il peggio al docente, che ha 60 anni e se l'è cavata con una prognosi di dieci giorni, qualche graffio ed una costola rotta. Il collega di musica che ha cercato di fermare gli assalitori, è stato raggiunto a sua volta da un pugno e ha subito la rottura degli occhiali da vista.

Sono dovuti intervenire i carabinieri a riportare la calma nella scuola media, luogo deputato all'istruzione e all'educazione degli adolescenti. La coppia è invece stata denunciata per lesioni e interruzione di pubblico servizio. I genitori sarebbero stati chiamati dal figlio, infuriato per aver subito un rimprovero.

I dettagli non sono ancora chiari.


Popolare

COLLEGARE