L'influenza mette ko 7 mln di italiani in 3 giorni

L'emergenza influenzale degli ultimi giorni e le conseguenti complicanze acute cardio-respiratorie e settiche stanno comportando un notevole incremento dell'afflusso al Dipartimento di Emergenza dell'Azienda Ospedaliero - Universitaria "Ospedali Riuniti" di Foggia di circa il 15 %, con punte superiori a 200 pazienti al giorno.

I giornali di oggi oggi del picco record dell'influenza toccato in questi giorni. E sembre per fronteggiare il picco influenzale nell'ultimo fine settimana festivo, ed evitare così lunghe attese nei pronto soccorsi, come accaduto tra Natale e Capodanno, la Regione Liguria ha stipulato invece un accordo con la Fimmg e la Guardia medica che prevede sabato 6 gennaio e domenica 7 la presenza negli ospedali di Genova dei medici di famiglia.

Non si attenuano le polemiche attorno al caos che in questi giorni sta coinvolgendo migliaia di cittadini liguri costretti a recarsi nei diversi pronto soccorso per le cure.

Da parte loro i FANS, farmaci antinfiammatori non steroidei, come per esempio l'acido acetilsalicilico, che hanno effetto analgesico, antipiretico e antinfiammatorio, aiutano ad abbassare la temperatura e a ridurre i dolori muscolari. "Quest'anno stiamo assistendo a un leggero aumento di vaccinati nella popolazione over 65, ma la percentuale e' ancora bassa".

Sapevi che le borse delle griffe mondiali sono prodotte a Napoli? Moltissimi i codici bianchi e verdi e pochi - per fortuna - i casi di pazienti più gravi.

Il bilancio si potrà tracciare lunedì quando, terminate le ferie natalizie, la situazione tornerà normale con i Pronto Soccorso al completo. Poi ci sono le persone con immunodepressione, che non è una controindicazione rispetto alla vaccinazione. Non è infatti un caso che la deputata del M5S Vega Colonnese dopo aver letto la notizia sulla Stampa non abbia esitato a dare la colpa alle "sconclusionate politiche vaccinali" che "fanno perdere credibilità all'interno sistema sanitario".

Sono state segnalate difficoltà anche nelle dimissioni dai reparti, dovute alla mancanza di personale medico. "Una cosa da ricordare, però, è che il 60% dei pazienti con influenza non presenta sintomi evidenti". Per rilassare i muscoli ci si può anche immergere nella vasca da bagno riempita con acqua né troppo fredda, né troppo calda. Ma se è più economico tamponare il problema con un'iniezione, perché non farlo? Ma evidentemente è meglio ammalarsi, prende le medicine per guarire (prodotte da Big Pharma) che farsi vaccinare e non ammalarsi.


Popolare

COLLEGARE