Callejon: 'Higuain? A Napoli è stato un grande...'

L'esterno azzurro José Callejon ha parlato dopo la vittoria contro il Verona. La salute per la mia gente e la mia famiglia.

PROMESSA - "L'importante è provare a vincere questo scudetto, noi andiamo sempre in campo per fare il massimo e ci impegneremo fino in fondo per regalare il tricolore a questa città!"

Sulla Champions: "Stiamo diventando una squadra forte, tutti i giocatori che sono qui stanno migliroando". Speriamo che questo 2018 sia un anno importante per noi e per loro. "Senza mollare mai, nè io nè gli altri, altrimenti li prendo a schiaffi!". Anche Insigne lo è, giochiamo insieme ormai da 5 anni, compreso Mertens. Dispiace essere usciti, ma pensiamo ora all'Europa League che possiamo vincere.

Hamsik, nelle scorse settimane, è riuscito a battere il record di goal di Maradona: "Deve firmarmi la maglia".

Sul 2017: "Anno importante, sono arrivato anche in Nazionale". Essere campioni d'inverno per noi è importante, abbiamo fatto un ottimo girone di andata ma l'importante è proseguire così.

Sui napoletani: "Dal primo giorno che sono arrivato qui la gente mi ha aperto le porte di casa, devo ringraziare la gente e tutti i tifosi, ti rende tutto più facile". Tra i tanti temi trattati non poteva mancare un passaggio su un episodio che tempo addietro fece discutere, ovvero il mancato abbraccio con Higuain in un Juventus-Napoli.

Al momento la rivale più 'accreditata' nella lotta al titolo è la Juventus ed è impossibile non parlare dell'ex Higuain che a dicembre ha punito gli azzurri al San Paolo: "Siamo stati compagni per tanti anni, qui è stato un grandissimo calciatore, poi il calcio è cosi, ognuno ha i proprio pensieri". Assolutamente no, il mister dice che mi stanco quando non gioco, quindi sto bene in campo e mi piace giocare sempre.


Popolare

COLLEGARE