Ufficio di Presidenza all'Ars, nulla di fatto: seduta rinviata a domani

La maggioranza prova a lanciare Alfio Papale e Giorgio Assenza per l'elezione dei questori, ma deve fare i conti con le ambizioni di Giovanni Bulla, il centrista che fece vedere la scheda dopo il voto a Miccicchè, in occasione dell'elezione del presidente dell'Ars, e con i mal di pancia che costituiscono, nella maggioranza che sostiene il governo Musumeci all'Ars, un viatico poco brillante per l'elezione dei presidenti delle commissioni. Al momento il regolamento prevede solo tre deputati segretari, e non c'è posto anche per Fratelli d'Italia. La maggioranza, infatti vota segretario il renziano Nello Dipasquale, il tradito di sabato scorso che diventa così deputato segretario con 34 voti. I 5 stelle fanno man bassa e piazzano anche un deputato segretario ristabilendo o numeri corretti che all'inizio della votazione gli accordi potevano stravolgere.

AGGIORNAMENTO 13.57 Ultimate a Sala d'Ercole le operazioni di scrutinio per l'elezione dei deputati segretari.

Alle 12, sostiene Miccichè, si voterà: "Chi c'è c'è". A impedirlo la mancata definizione del gruppo misto per effetto del passaggio di Cateno de Luca che lasca l'Udc e l'assenza di Claudio Fava in aula. Tra i nodi ancora irrisolti, la presidenza della Commissione Bilancio, che vede il derby di maggioranza tra Riccardo Savona di Forza Italia e Giusy Savarino di #DiventeràBellissima. Lo ha detto il presidente dell'Assemblea regionale siciliana, Gianfranco Miccichè, a proposito della presenza di tre pentastellati nell'Ufficio di presidenza di Palazzo dei Normanni. "Segno di una maggioranza che parte senza volere afferrare tutto".


Popolare

COLLEGARE