Tango juventino, Dybala e Higuaín stendono il Genoa: 2-0

Ballardini, invece, opta per un 3-5-2 con Galabinov e Centurion in attacco. Serve una perla di Dybala prima dell'intervallo a sbloccare il match con una "carezza" dal limite dell'area che non lascia scampo a Lamanna. Dopo un inizio di frazione arrembante, i bianconeri hanno abbassato il ritmo e Galabinov è andato vicino al pareggio in due occasioni: nel primo caso ha tirato dai 16 metri ma Szczesny è stato reattivo a deviare la palla in angolo mentre nella seconda situazioni il tiro si è spento sul fondo ma la palla è terminata sul fondo. Il Napoli non era in campo, ma ciò non ha fermato delle persone incivili, gente che con il calcio non ha nulla a che fare.

Dybala la sblocca verso il finale del primo tempo, palla ricevuta da Marchisio, velo di un compagno e tiro preciso che buca Lamanna. La Juventus comunque, pur non giocando un gran calcio, trova la rete del 2-0 al 76': tocco in verticale di Dybala per Higuain: l'argentino evita l'intervento di Rossettini e trafigge sul secondo palo Lamanna.

Dopo la vittoria dei granata all'Olimpico, i cugini bianconeri hanno infatti avuto la meglio allo Stadium sul Genoa (2-0).

In Coppa Italia, i rossoblu hanno eliminato 1-0 il Crotone con gol decisivo di Migliore. I campioni d'Italia, per cercare di sviluppare agevolmente la manovra, si appoggiano spesso a Bernardeschi che, senza grossi problemi, sfonda sulla fascia destra; sfiorando la gioia personale su punizione.

Juventus (4-3-3): Szczesny; Lichtsteiner (72′ Chiellini), Rugani, Barzagli, Asamoah; Marchisio, Bentancur, Sturaro; Bernardeschi (85′ Matuidi), Dybala, Costa (60′ Higuaín).

Reti: 42′ Dybala, 76′ Higuaín.


Popolare

COLLEGARE