Storie di ex: Ballardini e Rossi ricominciano dal Genoa

"Io sto bene - ha spiegato Pepito Rossi-, sono passati ormai sette mesi e mezzo dall'ultimo infortunio e mi sto allenando alla grande". Il fisico risponde, manca solo il ritmo. Ringrazio Preziosi, il direttore e i tifosi. Sono contento di ritrovarlo.

"Non so di preciso. La trattativa è stato molto semplice e veloce, perché ho capito che il Genoa mi voleva fortemente".

Ad allenarlo troverà Davide Ballardini: "L'ho conosciuto nelle giovanili del Parma, era il mio allenatore nella Primavera".

"La sfortuna mi ha tolto tanto, non la passione". Preziosi? Mi ha detto le cose che volevo sentire, non ho avuto dubbi.

Questa piazza ha rigenerato Perotti e Thiago Motta. Sono sicuro di poter tornare quello di prima, mai pensato di ritirarsi, nonostante tutto. Sul campionato: "La squadra è equilibrata in ogni reparto". Vorrei esserci perché significa che fra due settimane posso giocare e che arriverà il foglio dalla Spagna.

La prima è quella che porta a un tandem composto dallo stesso Rossi e Lapadula: Pepito conosce infatti benissimo il 3-5-2, avendoci giocato alla Fiorentina con i risultati che tutti ricordiamo. Perin? È bellissimo rivedere Mattia ad alti livelli.

"Quando si sta in una situazione di classifica critica poi subentra la paura ed il nervosismo. La Nazionale? Il sogno è sempre lì". "Resto comunque un grande tifoso della nazionale e sono convinto che torneremo ad essere forti e importanti nel mondo del calcio".


Popolare

COLLEGARE