Sarri ritrova il Napoli: "I numeri non mentivano, bravo Hamsik"

Se poi si parla di un attimo di stanchezza mentale può darsi, le stagioni sono impegnative, lunghe, prima o poi capita a chiunque. Ho rivisto la gara con la Fiorentina e la ripresa è stata di livello. Ci sono situazioni che ci possono togliere e dare motivazioni come la sconfitta del'Inter. Oggi abbiamo sbloccato subito la gara ed è stato tutto più facile.

Il Napoli vince, Hamsik segna e raggiunge nel numero di reti realizzate con la maglia azzurra niente di meno che Diego Armando Maradona. Mario ha qualche difficoltà a trovare la profondità ma oggi è stato bravo a rimettersi in carreggiata dopo un inizio incerto. "Dal punto di vista tecnico è un buon giocatore, mentre Ghoulam è un top player in Europa".

Mettersi la giacca e la cravatta ha portato bene?

"Non ho mai dubitato nell'ultimo mese della condizione del gruppo perchè i numeri parlano chiaro e i nostri dati atletici erano più che confortanti". "Era più uno scherzo al presidente, il nodo alla cravatta me lo sono fatto per anni anche se adesso sembro un cialtrone, ero piuttosto bravo".

Nota particolare va anche a Piotr Zielinski.

"Il gol all'inizio oggi ha portato la partita ad essere aperta, ma anche oggi nel secondo tempo abbiamo sprecato abbastanza ma stiamo continuando a creare". Per lui 70 partite sotto l'ombra del Vesuvio e ben 12 gol.


Popolare

COLLEGARE