Russia, Cremlino: elezioni legittime malgrado assenza di Navalny

La Commissione elettorale centrale russa ha respinto la candidatura alle prossime presidenziali di marzo del blogger e oppositore politico Alexei Navalny che ha subito dopo chiesto di boicottare il voto, dove è super favorito il presidente Valdimir Putin. La decisione è stata presa durante una riunione lunedì. Parlando da un tendone sulle rive della Moscova, sotto la neve, Navalny ha definito il capo del Cremlino, che in primavera correrà per un quarto mandato, un "cattivo presidente". In realtà Navalny è stato condannato a 5 anni per una "appropriazione indebita" che lui contesta, affermando che si è trattato di una sentenza politica, così come un'altra condanna per aver organizzato una manifestazi0ne contro il governo.

"La mancata partecipazione di una delle persone che voleva essere candidata a causa della legge non può in alcun modo influenzare la legittimità delle elezioni", ha dichiarato ai giornalisti il portavoce del Cremlino, Dmitri Peskov.


Popolare

COLLEGARE