L'indagine per concussione riguardante il sindaco di Mantova è stata archiviata

La Procura di Mantova ha chiesto l'archiviazione dell'indagine aperta nei confronti del sindaco di Mantova Mattia Palazzi per tentata concussione continuata. "Il Procuratore della Repubblica Dott.ssa Manuela Fasolato". Ed ora è la donna a trovarsi indagata per il reato di false informazioni al pm, per quanto esposto durante il primo interrogatorio. Palazzi è statoindagato per tentata concussione continuata nei confronti dellavice presidente di un'associazione culturale, a cui avrebbechiesto favori sessuali per non intralciarne l'attività.

Paolo Grimoldi, segretario lombardo della Lega, commenta: "Anche se parliamo di un sindaco del Pd, di un amministratore lontano anni luce dal mio modo di vedere la politica, anche se non condivido le sue idee, esprimo tutto il mio sostegno al sindaco di Mantova, Mattia Palazzi, per settimane messo alla gogna mediatica per una vicenda dove la vittima era lui". Lo ha comunicato "per una corretta informazione agli organi di stampa" la procura in una nota.

"Avevo dichiarato da subito di essere estraneo a questa grave accusa - ha poi scritto il sindaco su Facebook - ho vissuto un incubo, ma ho sempre avuto fiducia nella Magistratura e ringrazio la Procura per la velocità e serietà delle indagini". Il ringraziamento più grande lo devo a voi, alla giunta e maggioranza, alla mia famiglia e amici di sempre, ai tantissimi che mi hanno fatto arrivare messaggi di affetto e incoraggiamento. "Sono stati importanti per aiutarmi ad andare avanti nel lavoro di sindaco e onorare la fiducia che i mantovani hanno riposto in me", ha concluso.


Popolare

COLLEGARE