Influenza, gli uomini soffrono di più

L'influenza è un'infezione respiratoria causata da virus: la trasmissione avviene attraverso piccole goccioline espulse nell'aria da pazienti infetti, che possono essere inalati direttamente attraverso bocca/naso, oppure essere portati a contatto di una mucosa con le mani, dopo aver toccato una superficie contaminata.

Dunque, basta pensare che stiano esagerando o che non sappiano sopportare i dolori: gli uomini soffrono sul serio quando hanno la febbre, un raffreddore o un mal di testa. Gli antibiotici, invece, vanno assunti solo su prescrizione medica, seguendo esattamente tempi e modi indicati dal medico, senza mai interrompere a piacimento il trattamento. Il luogo comune che spesso desta battute irriverenti nei confronti dei malesseri tutti al maschile sarebbe confermato anche dalla scienza, da uno studio i cui risultati sono stati pubblicati sul British Medical Journal.

"Il concetto di influenza maschile, per come viene considerato, è scorretto - scrive il ricercatore nel suo paper - i maschi potrebbero non esagerare i sintomi ma disporre di risposte immunitarie più deboli ai virus respiratori che conducono a una più ampia morbosità e mortalità se paragonate a quella femminile". Per esempio, uno studio sui topi ha suggerito che il testosterone limita la risposta immunitaria all'influenza, mentre alcuni ormoni femminili la accelerano.

Addirittura, dottore! Qui non è il caso di allarmare i poveri uomini, che già sono messi maluccio quando si tratta di starnuti e sciroppi per la tosse. Producono infatti più anticorpi contro i virus dell'influenza, rispetto all'altra metà del cielo. Al termine dell'analisi, ha scoperto che gli uomini adulti hanno maggiori probabilità di andare incontro a un ricovero ospedaliero e presentano tassi più elevati di decessi legati all'influenza rispetto alle donne della stessa fascia d'età.


Popolare

COLLEGARE