Serie A: Inter Torino

Nonostante la pioggia sono più di 70mila i tifosi nerazzurri presenti oggi a San Siro per assistere al match tra Inter e Torino. Di fronte a più di 71 mila spettatori, i granata hanno messo in campo organizzazione, qualità e carattere. "Abbiamo fatto una partita quasi perfetta, potevamo anche vincere ma va bene il pareggio". Al 38′ ci prova di testa ancora una volta Icardi con un colpo di testa ben indirizzato ma Sirigu è ben piazzato e devia in calcio d'angolo, al 45′ Baselli si conferma spina nel fianco nella difesa interista con un perfetto inserimento che porta al colpo di testa a botta sicura del numero 8 torinese ma Super Handanovic è provvidenziale e devia la sfera in corner anche se l'arbitro non vede la deviazione e assegna rimessa dal fondo. Ventinove punti con 9 vittorie e 2 pareggi senza sconfitte e con la consapevolezza di avere un allenatore che ha dato una identità precisa alla sua squadra. Ho visto il dna del Toro e questo è l'importante per tornare sulla strada giusta.

"Li abbiamo costretti a difendere sempre indietro, accompagnando il gioco con molti uomini". Sono contento anche di aver recuperato i giocatori che non stavano bene: non siamo la Juve, che ha una panchina lunga. Ho ritrovato lo spirito del Torino, quello che ci era mancato nelle partite precedenti, e di questo sono molto felice. "Sicuramente è fondamentale avere l'appoggio della società". Le parole del presidente? Siamo stati pericolosi nelle ripartenze e abbastanza chiusi quando loro avevano palla. "La Nazionale per lui è un'iniezione di fiducia".


Popolare

COLLEGARE