Sarri: "Ventura? L'hanno scannato. Io in Nazionale? Per il momento…"

Il Napoli non ha giocato la partita più brillante e Sarri sa bene che è da questi incontri che passa lo scudetto: "Nel secondo tempo dovevamo gestire la palla meglio, ma non l'abbiamo fatto bene stranamente". Servivano tanto e ci serviva anche il supporto dei tifosi che ci stanno sempre molto vicino.

"Io Ct? E' più facile che faccia il politico presentandomi alle elezioni!". Anche se non giochi, l'obiettivo è andare al Mondiale. Non lo so, io per anni ho dato priorità alle idee personali, ultimamente ho fatto il contrario. Non si sa mai se è una dote o fortuna. Bene il fatto che abbiamo perso il controllo della partita per quasi un tempo ma non abbiamo concesso quasi niente. Come nelle giornate migliori. Preoccupato per il calo tra primo e secondo tempo? Dispiace aver preso un gol da un tiro della distanza. Insigne in Nazionale? Lorenzo nel mio modo di vedere il calcio non entra, gioca. Non mi è piaciuto come i media si siano accaniti su Ventura, lo hanno scannato. Se farei il ct? Mi piace molto allenare questi ragazzi, quindi in questo momento sono contento così.

Se pensate che altri giocatori che sono alla ribalta possano disturbarlo dal punto di vista mentale, non lo conoscete bene.

" Non so cosa è mancato per uscire con il risultato, ma mi tengo la prestazione". Quando si perde è la somma di tutte le componenti. Dobbiamo migliorare negli ultimi venti metri, però ho visto una squadra molto presente. Non è giusto, con tutti gli errori che può aver commesso non può essere stata solo colpa sua. Stiamo facendo un percorso per arrivare in alto.

Il tecnico del Napoli, dai microfoni di 'Mediaset Premium', parla anche della Roma, vittoriosa nel derby con la Lazio: "Se ho paura della Roma?" Per arrivare ai livelli loro, serve pazienza. I partenopei avranno il compito di riscattare il mezzo passo falso arrivato sul campo del Chievo Verona nell'ultima gara prima della sosta per le Nazionali, con le inseguitrici che ora sono vicinissime agli azzurri nonostante l'ottimo ruolino di marcia della compagine di Sarri. "Dovremo dimostrare la nostra crescita nelle prossime partite, un po' più alla portata".


Popolare

COLLEGARE