Nord Corea avrebbe violato armistizio. So preparano le "ragioni" della guerra

Teoricamente questo è quello che si definisce "casus belli" (causa di guerra, in latino) e autorizza la Corea del Sud ad adottare ritorsioni militari contro i loro compatrioti del nord. Pochi giorni prima, i medici dello stesso ospedale avevano diffuso la notizia di un numero elevato di parassiti presenti nell'intestino dell'uomo.

E proprio in quella zona demilitarizzata avvengono gli spari.

L'esercito nordcoreano ha violato due volte l'armistizio la settimana scorsa, nel tentativo di fermare il militare che ha fatto defezione ed ha attraversato la zona demilitarizzata per passare in Corea del sud. La contestazione sulla violazione dell'armistizio si collega ai circa 40 colpi sparati dai soldati del Nord per impedire la fuga del commilitone mentre un militare ha superato sia pure brevemente la 'linea di demarcazione' della cosiddetta 'Joint Security Area' armato di fucile. Le indagini hanno coinvolto rappresentanti di Usa, Corea del Sud, Australia e Nuova Zelanda, con la presenza di membri di Svezia e Svizzera della Commissione di supervisione delle Nazioni neutrali.

La diserzione, i successivi interventi chirurgici e il lento recupero del soldato per mano della Corea del Sud ha provocato grande imbarazzo alla Corea del Nord che ha sempre sostenuto che tutte le diserzioni fossero opera di sequestri da parte di Seoul. Nel video delle telecamere di sicurezza si vede un uomo correre verso la zona occidentale. Il numero è calato del 13 per cento rispetto allo scorso anno.


Popolare

COLLEGARE