Festa Roma, "Borg McEnroe" e il dolore esistenziale di 2 campioni

"Borg McEnroe" di Janus Metz si è aggiudicato il "Premio del Pubblico BNL", assegnato dagli spettatori, alla dodicesima edizione della Festa del Cinema di Roma. Il primo desideroso di confermarsi re incontrastato del tennis, il secondo determinato a spodestarlo.

La pellicola, presentata alla Festa del Cinema di Roma, ricostruisce nel dettaglio non solo la partita, ma anche i giorni che lo procedono, entrando nella vita privata dei più grandi tennisti della storia: Borg, lo svedese soprannominato "Ice man", quattro volte vincitore del torneo di Wimbledon, è un perfezionista, ogni sua mossa è studiata, in campo non lascia trasparire nessuna emozione, al contrario del suo storico rivale americano McEroe, detto "the Brat" (il monello), famoso per la totale mancanza di autocontrollo della rabbia piuttosto che per la sua bravura.

Il film sarà nelle sale italiane a partire dal 9 novembre 2017, distribuito da Lucky Red.

Monda, a cui è stato confermato l'incarico di direttore artistico per altri tre anni, ha evidenziato la "qualità alta" dei 106 film che sono stati presentati, con quattordici anteprime mondiali, e ha sottolineato che "la linea della Festa non cambierà". Sport poco frequentato dal cinema, il tennis si prende la meritata rivincita attraverso lavvincente ritratto di un duello agonistico e mentale fra due uomini costretti a fare i conti coi demoni del loro passato.

Borg McEnroe è stato diretto da Janus Metz Pedersen, nel cast Shia LaBeouf, Sverrir Gudnason e Stellan Skarsgard. Essendo un biopic ispirato alla vita di Bjorn e John, e in particolare alla leggendaria finale di Wimbledon del 1980, Borg McEnroe rievoca un'era dello sport in cui i giocatori di tennis erano delle "rock star" e in cui John e Bjorn emergevano come i più grandi. Si trattava dello scontro tra due continenti.

Parla di due personalità profondamente diverse che però, alla fine delle cose, provengono dallo stesso ceppo emotivo e covano dentro gli stessi bisogni e le stesse aspirazioni. Borg McEnroe dimostra meraviglisamente tutto questo.


Popolare

COLLEGARE