F1: ad Abu Dhabi si pensa già al futuro

La prima annotazione è doverosamente riservata agli orari, che saranno quelli classici delle gare che si disputano in Europa nonostante le tre ore di fuso orario che separano l'Italia dagli Emirati Arabi Uniti, perché la gara di Abu Dhabi si disputa al tramonto. Saranno risultati più indicativi, quelli della seconda sessione di prove libere a Yas Marina. Infine proprio sullo stile di guida delle vetture 2017, a Valtteri è stato chiesto se le attuali monoposto di Formula 1 sono più adatte alle sue caratteristiche. Anche in questa occasione la telecronaca Sky di tutti gli eventi è affidata a Carlo Vanzini, affiancato da vari commentatori fra i quali Marc Gené, la voce dall'interno dei box Ferrari. Per quanto riguarda le due odierne sessioni di prove libere, appuntamento per la FP1 e per la FP2 su Rai Sport + HD (canale numero 57 del telecomando, disponibile anche al numero 5057 della piattaforma satellitare Sky) per seguire il racconto di tutto quello che succederà oggi sul circuito con la telecronaca di Gianfranco Mazzoni e il commento tecnico di Ivan Capelli, naturalmente con gli stessi orari già in precedenza ricordati. "Nessuno è perfetto, anche io ho aspetti da migliorare".

Di fianco al tedesco c'era Lewis Hamilton che ha voluto sottolineare la bellezza della sfida con l'altro 4 volte iridato: "E' bello ingaggiare una lotta del genere contro chi ha vinto quattro titoli mondiali, c'è rispetto". Domenica ad Abu Dhabi si corre l'ultimo gran premio della stagione e per tutti, a cominciare dal campione del mondo Lewis Hamilton, è tempo di bilanci. In un clima rilassato, Vettel ha risposto scherzosamente, affermando che vincere il titolo nel 2018 sarà "una passeggiata" se la Ferrari confermerà i miglioramenti acquisiti dal 2016. "Ripeto questa annata e' stata positiva per i nostri tre team (Mercedes, Ferrari e Red Bull, ndr) e magari il prossimo anno si potra' inserire anche la McLaren per un campionato ancora piu' divertente".


Popolare

COLLEGARE