Castellamonte, uomo soffocato nel sonno: sarebbe stata la sorella

L'allarme è scattato intorno alle 7,30, quando Cristina Mattioda ha inviato un messaggio a un'amica che, a sua volta, ha avvisato i carabinieri. Adesso un nuovo caso di cronaca nera arriva a turbare la vita di una comunità della provincia di Torino che soltanto fino a qualche anno fa poteva dirsi tranquilla. Secondo una prima ricostruzione, a dare l'allarme ai carabinieri sarebbe stata un'amica della donna, che le avrebbe confessato di avere soffocato il fratello. Unitamente alla procura di Ivrea, i carabinieri sono ora impegnati a ricostruire l'esatta dinamica del delitto e a capire il movente che ha spinto la 64enne al tragico gesto.

L'uomo è stato trovato con un sacchetto di nylon avvolto in testa. L'uomo è stato trovato con un sacchetto avvolto in testa. Nella villetta abitano 4 persone appartenenti a due nuclei familiari. In corso l'interrogatorio della donna, il medico legale non è ancora intervenuto. Ovviamente toccherà alle indagini cercare di fare luce anche su questo aspetto.


Popolare

COLLEGARE