Cagliari batte Verona Spal, pari con l'Atalanta

Il Verona perde la sua quarta partita consecutiva. I tre punti in palio potrebbero avere un peso fondamentale, soprattutto dopo le grandi occasione mancate nei match casalinghi con Sassuolo, Chievo e Genoa, altre tre dirette concorrenti nella lotta per la salvezza che hanno portato via dalla Sardegna Arena l'intera posta in palio nel periodo più critico di questo avvio di stagione rossoblu. Una condotta di gara troppo rinunciataria punita subito dopo il cambio Pazzini-Zaccagni. Peccato per il rigore non realizzato, ma siamo stati ugualmente capaci di spingere costantemente gli avversari nella loro metà campo. Il Cagliari ha meritato di vincere nell'arco dei novanta minuti. In avanti è tornata la coppia Sau-Pavoletti.

Pecchia, per quanto riguarda i big, recupera Caceres e rilancia Pazzini dal primo minuto. I padroni di casa falliscono l'opportunità del pareggio all'11' quando Guida fischia un rigore in favore dei rossoblù per un evidente sgambetto di Caracciolo su Sau, ma Cigarini dal dischetto si fa ipnotizzare da Nicolas. Poi scompare. Al 27' Nicolas si salva su Pavoletti, ma sul successivo calcio d'angolo in mischia la tocca Ceppitelli. Il Verona rischia addirittura il raddoppio al 22' con Fares. Troppo presto. E alla fine, batti e ribatti, segna il Cagliari. Fabio Pecchia dispone di pezzi pregiati come Alessio Cerci e Giampaolo Pazzini, ex nazionali ancora in buone condizioni. Nel finale clamoroso errore di Farias solo davanti a Nicolas insieme a Pavoletti: vuole regalare il gol sicuro al compagno di reparto, ma si fa intercettare il passaggio dal portiere.


Popolare

COLLEGARE