Napoli-Inter 0-0: gli azzurri sbattono sul 'catenaccio' di Spalletti

Il San Paolo a fine partita ha applaudito la prestazione degli uomini di Maurizio Sarri, sempre primi in classificano 25 punti, a due di distanza dall'Inter.

Albiol 7 - Con Koulibaly in questo momento è la coppia più forte del campionato. Callejon prende una botta al piede e zoppica, ma per fortuna non ci sono conseguenze per lo spagnolo. Abbiamo cercato di cambiare i centrocampisti nella ripresa per capire se potevamo prolungare la tanta pressione. Abbiamo trovato una squadra forte che s'è difesa bene, Handanovic ha fatto il fenomeno ma lo fa spesso. Diceva di non sentire più dolore e quindi abbiamo scelto di rischiarlo in una partita importante.

L'avvio è piacevole, anche se di occasioni vere non se ne vedono.

L'allenatore del Napoli ha parlato anche dei cori contro i partenopei: "Mi arrabbio perché ci sono delle forme di razzismo a cui tutti fanno attenzione, ma quando a noi dicono "terroni" o "Vesuvio, lavali col fuoco" mi sembra ci sia meno sensibilità. Almeno un appello al pubblico va fatto". Ma dove può migliorare ancora questo Napoli? Sono due portieri diversi, come modo di interpretare la gara, diversi per caratteristiche.

A secco dopo tanto tempo e due gol dopo la sosta, s'è sentita la mancanza di una alternativa a Mertens?

Quali sono i vantaggi e gli svantaggi di giocare in Europa? Stasera abbiamo giocato con grande determinazione per 90', mentre a Manchester lo abbiamo fatto per 55'. Ovviamente il City ha una levatura tattica superiore, ma la mia sensazione è questa. Al 38′ Koulibaly ruba palla a Skriniar, da solo si inserisce in area e prova il tiro, ma nulla di fatto. "Se continuiamo così le squadre che faranno punti qui sono poche". Non è mancata una replica alla battuta del tecnico dell'Inter che lo ha definito Ministro dell'Economia: "Che Ministro è Spalletti?".


Popolare

COLLEGARE