Mimmo Mele, il grande dono della famiglia: donati gli organi

Cosimo Mele è deceduto nella tarda mattinata. Mele, 60 anni, è stato colto la notte scorsa da un'ischemia cerebrale ed era stato trasportato all'ospedale di Ostuni. Mele è transitato prima dall'ospedale di Ostuni, la sua città, poi è stato trasferito al Perrino di Brindisi, dove si trova ricoverato nel reparto di rianimazione, e non al Fazzi di di Lecce come in precedenza appreso.

Associazone Italiana per la Donazione d Organi Tessuti e Cellule "Marco Bungaro" di Brindisi, con un comunicato ha voluto porgere ufficialmente la propria attestazione di stima, rispetto e vicinanza alle quali si uniscono le condoglianze per la perdita improvvisa dell'onorevole Mimmo Mele, alla famiglia che, in un momento così difficile e delicato, ha acconsentito alla donazione degli organi del congiunto; un gesto capace di trasformare il momento di dolore più grande in speranza di vita per gli altri. La vicenda che lo rese noto a livello nazionale è quella del malore di una escort che si trovava con lui in un albergo romano, l'Hotel Flora, quando era parlamentare dell'Udc. Il processo a suo carico - con l'accusa di avere ceduto droga alla donna che si era sentita male - duro' quasi dieci anni e si concluse con il non luogo a procedere per l'intervenuta prescrizione. Dopo lo scandalo, Mele si dimise da parlamentare ma nel 2013 fu eletto sindaco di Carovigno, salvo poi dimettersi anche da quell'incarico a febbraio 2015 dopo che la sua giunta fu sfiduciata.


Popolare

COLLEGARE