Il Napoli impatta contro un Inter rocciosa ed arroccata

Ci si viene ad ammorbidire su quello che deve essere il nostro piglio.

Un buon Napoli, attento in difesa, gioca un buon calcio dando un'intensità nel pressing sopratutto nella seconda parte del primo e del secondo tempo contro un Inter ben disposta in campo ed abbottonata in raddoppio sulle fasce laterali.

Lorenzo Insigne ha giocato nonostante il colpo subito in Champions League: "Ci ha detto che non sentiva più dolore, per questo lo abbiamo rischiato in una partita così importante e comunque lo staff medico ci aveva rassicurato". Ma abbiamo anche fatto dei passi in avanti importanti, contro una squadra fortissima: in certi momenti sembrava di giocare contro i figli di Goldrake, fanno delle cose incredibili con il pallone, e sfidarli non è facile. Potevamo fare di più ma è un punto importantissimo. "Sono i giornalisti che cercano sempre di creare il fenomeno e il fallito, chi vince e' fenomeno e tutti gli altri dei falliti: noi arriviamo da alcune stagioni complicate, non abbiamo, a differenza di altre squadre, una base di lavoro di anni". Handanovic? "È un grande portiere - aggiunge Spalletti - ma anche Reina ha fatto delle belle parate, oltre al gol salvato sulla linea". Ci vuole del tempo e noi dobbiamo essere bravi ad accorciarlo. Portiamo a casa un grandissimo risultato, ce lo teniamo stretto. "I miei giocatori - ha proseguito ai microfoni di Premium Sport - sanno fare il loro mestiere, sanno dove vogliono andare e oggi sono venuti qui a giocare una buonissima partita".


Popolare

COLLEGARE