Brexit: Davis, certo di raggiungere accordo per cittadini Ue

Lo ha affermato Guy Verhofstadt, eurodeputato, coordinatore del Parlamento europeo per il Brexit, nel corso del dibattito in aula a Strasburgo che ha preceduto il voto sulla risoluzione relativa ai negoziati per il divorzio tra Ue e Regno Unito.

Michel Barnier ha lamentato l'assenza di progressi sufficienti per passare alla seconda fase dei negoziati sull'uscita del Regno Unito dall' UE. La mozione è stata approvata con 557 voti favorevoli e 92 contrari.

"I negoziatori hanno compiuto buoni passi avanti sui diritti dei cittadini ma manca ancora l'accordo sull'indispensabile ruolo della Corte di giustizia europea per la garanzia dei loro diritti", ha detto Juncker durante l'informativa sulla Brexit in Parlamento europeo.

(Strasburgo) "Non sono stati fatti progressi sufficienti".

Juncker ha sottolineato che a Firenze May ha usato "un tono ottimista sulla futura relazione tra il Regno Unito e l'Unione Europea".

La prossima settimana il Consiglio Europeo dovrà decidere se dare l'incarico ai suoi negoziatori di progredire con le discussioni.

Sebbene il Parlamento accolga con favore i chiarimenti forniti dal Primo ministro May nel suo recente discorso a Firenze, i deputati europei auspicano che il governo del Regno Unito presenti senza indugio proposte specifiche per salvaguardare l'insieme dei diritti che attualmente godono i 4,5 milioni di cittadini dell'UE e del Regno Unito, rispettare integralmente gli obblighi finanziari del Regno Unito nei confronti dell'Ue, e risolvere la questione della frontiera dell'Irlanda-Irlanda del Nord, nel pieno rispetto dell'Accordo del Venerdì Santo. Infatti, il governo britannico ha indicato la cifra di 20 miliardi di euro per la fase di transizione: i conti che circolano a Bruxelles indicano che la chiusura della partita finanziaria, implica una fattura non inferiore a 60 miliardi.


Popolare

COLLEGARE