Ventura: "4-2-4? Stiamo portando avanti un'idea di gioco, non dobbiamo abbatterci"

Oggi non era facile prendere una decisione, c'erano altri giocatori che potevano giocare. La Spagna quindi amministra per poi infierire ancora: Morata e Carvajal flirtano col 3-0 e alla seconda occasione che gli capita l'attaccante del Chelsea confeziona il 3-0 (77'). Ma dove vedere il match? Poi Insigne poteva riaprire la partita, poi abbiamo regalato il terzo gol. Non guardo il tabellino a metà campo. Pensiamo a Israele e alle partite che restano. David Silva, Asensio e Isco è invece il tridente offensivo messo in campo dalle Furie Rosse. Provano una reazione gli azzurri con Belotti che di testa impegna severamente De Gea. Non a caso, prima dell'Intervallo è arrivato il raddoppio e la pietra tombale sull'incontro.

Giampiero Ventura non dovrebbe rinunciare al 4-4-2, che all'occorrenza si trasforma in un 4-2-4. Ma non basta, partita insufficiente. Una scelta che però non ha pagato, smascherando molti dei difetti dell'Italia che proprio a centrocampo, in questo momento, con elementi come Spinazzola ha un deficit in termini di partite internazionali. Stiamo portando avanti un discorso, non è una partita che può cambiare tutto. Analizziamo tutto e vedremo che il passo avanti sarà fatto: "con il lavoro saremo più competitivi".

Spagna-Italia finisce come peggio non poteva, con un netto successo degli iberici che si impongono con un rotondo 3-0 contro lo spaesato undici di Ventura. Il problema di fondo è quello che siamo e quello che vogliamo diventare.

VENTURA: "NON SONO UMANI" - "Si è vista la differenza di condizione e di qualità, loro hanno fatto un gol su punizione, mentre il loro portiere ha fatto tre grosse parate". Se una sconfitta contro la Spagna, una delle nazionali più forti in assoluto, dovesse togliermi l'autostima. vuol dire che non siamo una squadra. Diffidato, salterà la prossima contro l'Israele. Per arrivare al Mondiale serviranno tanti sacrifici e noi questo lo sappiamo benissimo.


Popolare

COLLEGARE