Uber, l'autorità dei trasporti di Londra non rinnova la licenza

La TFL ha lamentato come "l'approccio e il comportamento di Uber evidenziano una mancanza di responsabilità aziendale in merito a una serie di questioni collegate alla sicurezza pubblica". L'autorità dei trasporti locale ha motivato la sua decisione rispondendo all'azienda che non rappresenta un operatore adeguato per il territorio. L'attuale licenza scade il 30 settembre e il suo rinnovo si sarebbe dovuto risolvere senza problemi; adesso invece l'ultima speranza del gruppo è rappresentata dal ricorso in appello: la finestra per attivare il relativo processo è di 21 giorni. I nostri autisti hanno la licenza dell'autorità dei Trasporti di Londra e sono passati attraverso lo stesso percorso dei tassisti. Se, tuttavia, la società non dovesse essere in grado di presentare elementi convincenti per l'emissione di una nuoa licenza, perderà l'accesso ad uno dei suoi mercati più remunerativi. Ma anche per le precarie condizioni di lavoro a cui sono sottoposti i 'driver'. Sadiq Khan, sindaco di Londra, ha commentato la decisione dicendo che sostiene "pienamente" la linea dell'autorità: "La fornitura di un servizio innovativo non dovrebbe avvenire a spese della sicurezza", ha aggiunto.

Si attendono gli sviluppi della vicenda.

Una sconfitta per i londinesi, grandi utilizzatori della celebre app (usata nella capitale da 3.5 milioni di persone), una vittoria per tutti i nemici di Uber: prima di tutto i black cabs, storici 'padroni' delle strade londinesi, ma ancora di piú i minicab, le migliaia di micro-aziende che offrono servizi di auto con autista, e che hanno visto il loro business precipitare dall'avvento di Uber, generalmente piú competitivo e sicuramente piú user-friendly.

La società americana ha replicato con un commento ufficiale, annunciando ricorso. La nostra tecnologia innovativa è andata oltre per assicurare la sicurezza e ogni corsa è tracciata e registrata dal Gps. E, a proposito del software oggetto di polemiche, ha assicurato che non riguarda la Gran Bretagna: "Come abbiamo già detto a TfL, un'indagine indipendente ha dimostrato che greyball non è mai stato utilizzato o considerato come un'opzione nel Regno Unito".


Popolare

COLLEGARE