Terza giornata di Serie A: probabili formazioni di Lazio-Milan

Al 56esimo il tabellino segna 4-1: a dare un po' di sollievo agli uomini di Montella è Montolivo, ma questo non basta, la Lazio ha ancora saldamente in pungo la situazione. Poi una partita sicura, attenta, tiene in gioco Montolivo ma l'azione è molto rapida, difficile fargliene una colpa.

Da qualche minuto il Milan non trova più spazio e non riesce ad avvicinarsi all'area di rigore della Lazio che inizia a tenere il campo con più autorità, recriminando anche un calcio di rigore dopo un intervento in area di Musacchio ai danni di Luis Alberto, ma l'arbitro Rocchi lascia proseguire. "La Lazio ha dimostrato di essere più avanti di noi". La Lazio è salita a 7. "Silva ha talento e deve crescere, lo dobbiamo mettere nella condizione di farlo". Una partita da miglior Basta. E' un super-gol, quello che chiude la contesa e porta l'Inter in vetta a punteggio pieno. Si fa buttare fuori per troppa generosità, un peccato, salterà la trasferta a Genova.

La prestazione della squadra è stata negativa: "Individualmente hanno fatto delle buone cose". Con la difesa schierata, però, Calabria segue Luis Alberto, che riceve da Lulic sul centro sinistra, e continua a correre verso il centro dell'area. Sbaglia troppo in fase di palleggio. "La squadra ha corso molto, ma ha corso male".

Dove è andata in scena una doppia sfida, considerando il diluvio che si era abbattuto sulla capitale fin dalla mattina e che aveva fatto temere per la regolare disputa del match.

Nel secondo tempo, pronti via e altri due gol. Prende fiducia col passare minuti, poi sale in cattedra: serpentina in area e guadagna il calcio di rigore.

Sono i primi minuti della ripresa a schiantare definitivamente il Milan, mettendo a nudo le difficoltà in cui si dibatte la difesa rossonera. Nemmeno due giri di lancetta e Luis Alberto cala il poker in contropiede: sono passati solo 5 minuti. Sul dischetto Ciro Immobile che con un tiro forte e angolato batte Donnarumma che intuisce il lato ma non ci arriva. In una domenica particolare, parzialmente paralizzata dalla pioggia, Immobile stravolge i piani: all'Olimpico interrompe il nubifragio e fa piovere gol ed applausi. Il quarto gol porta la firma di Luiz Alberto, su assist proprio di Immobile. Poco prima del fischio d'inizio del match, infatti, l'ex capitano della Lazio si è intrattenuto in un abbraccio con il suo ex allenatore, Simone Inzaghi, ad addolcire il rientro 'a casa' dell'argentino. La classe assoluta di Luis Alberto è una miniera di assist e gol: Inzaghi lo ha trasformato, come in una novella corsa all'oro.


Popolare

COLLEGARE