Si rifiuta di rilasciare un certificato, medico aggredito a Ferrandina

Un medico di famiglia di Ferrandina, in provincia di Matera, è stato violentemente aggredito e picchiato da un suo paziente, che gli ha causato lesioni guaribili in oltre 40 giorni. È accaduto a Ferrandina, nel Materano: il paziente voleva che omettesse alcune patologie che avrebbero potuto compromettere il buon esito della pratica, ma lo specialista si è rifiutato di rilasciargli il referto falso.

Il paziente si era recato dal dottore per ottenere un certificato necessario al rinnovo della patente di guida. A far saltare fuori la notizia è stato il segretario provinciale della federazione dei Medici di medicina generale di Matera, Michele Campanaro. Secondo il comunicato "il medico faceva presente che non poteva redigere un certificato attestante il falso e suggeriva al paziente di scegliere un altro medico curante, essendo venuto meno il rapporto di fiducia tra medico e paziente".

L'ultima settimana non è stata certamente tranquilla per chi esercita la professione medica: appena pochi giorni fa, gli operatori sanitari di un ambulatorio palermitano sono stati minacciati da una decina di persone armate di bastone.

Quest'ultimo è stato denunciato dai Carabinieri con le accuse di resistenza a pubblico ufficiale e lesioni gravissime. La Fimmg Matera ha denunciato, quindi, le aggressioni ai medici di famiglia, che si aggiungono a quelle di cui sono vittime i colleghi di Guardia Medica, "privati della minima indennità relativa a tale rischio". Campanaro ha evidenziato che "la certificazione corretta di quanto direttamente constatato o a conoscenza del medico è un atto che, oltre a costituire un obbligo deontologico, si pone anche a tutela della sicurezza di tutti i cittadini".


Popolare

COLLEGARE