Scossa di magnitudo 3.7 nel Piacentino, i sindaci: "Nessun danno"

Una forte scossa di terremoto, di magnitudo 3.7, è stata avvertita in provincia di Piacenza. Epicentro rilevato invece a soli tre chilometri dal comune di Scurcola Marsicana, mentre gli altri paesi nelle vicinanze, tutti in provincia de L'Aquila, sono Magliano de' Marsi, Tagliacozzo, Massa d'Albe, Cappadocia, Sante Marie, Avezzano, Castallfiume, Capistrello, Ovindoli, Canistro, Pereto e, in provincia di Rieti, il comune di Borgorose. Non sono giunte finora segnalazioni di danni. La scossa è stata sentita anche nel Lazio e a Roma. Inizialmente i dati preliminari avevano parlato di una magnitudo 4.2 e di 10 chilometri di profondità. Il sisma, a profondità di soli 8 km, è stato registrato dall'Ingv alle 21.58. Sono in corso verifiche per accertare se vi siano danni a persone e cose. Una scossa certamente moderata, quella avvertita in Emilia Romagna, tra il ferrarese e il ravennate nella serata di ieri, registrata dalla Sala Sismica INGV di Roma alle ore 20:12 e che è stata avvertita in modo particolare da alcuni centri prossimi all'epicentro, nel raggio di 20 km, tra cui Comacchio (FE), Fusignano (RA) e Lagosanto (FE).

Al momento non vengono segnalati danni.


Popolare

COLLEGARE