Roma, Gandini: 'Puntiamo allo scudetto. In Italia solo la Juve...'

La squadra è arrivata a Baku. "Non ci nascondiamo, giochiamo per arrivare davanti agli altri". Ogni estate i tifosi della Roma assistono alla cessione di uno o più gioielli della rosa per finanziare il mercato in entrata: "Tutti vendono giocatori, ci sono motivazioni diverse". Dà consigli importanti dall'alto della sua esperienza tecnica, sa stare al suo posto quando serve e ha una visione dell'evento sportivo che un dirigente normale non può avere. Questo verrà limitato dalla crescita dei ricavi. Nessun problema per la Roma che oltre ad omaggiarlo via social network, come ieri ha fatto sapere Gandini ("faremo qualcosa di social per il suo compleanno e ci penseremo da Baku"), proverà a regalare al neodirigente anche i primi tre punti nel girone. Con un Totti in meno in campo ma in più fuori ("si è perfettamente calato in questo ruolo, è molto utile, molto vicino alla squadra, i compagni lo vedono come mito e ispirazione"), la Roma spera presto di mettere piede nel nuovo stadio. Di Francesco sta crescendo insieme alla squadra.

"L'obiettivo in tal senso è la stagione 2020/2021". Partenza sofferta ma comunque positiva. Abbiamo scelto di puntare su Eusebio e non vedo perché non dvremmo continuare così. Abbiamo giocato bene con l'Inter, il risultato comunque non ci ha premiato ma la prestazione c'è stata: 3 pali, vincevamo 1-0, ci sono stati episodi per cambiare la partita. "La cosa più importante è che la squadra sia stata costruita bene". Di Francesco? Come società siamo stati molto forti e quadrati intorno all'allenatore. Carriera tutta dedicata ai colori giallorossi, con poche vittorie ma tanti record individuali che hanno consegnato Totti alla storia del calcio italiano, senza dimenticare la grande emozione del Mondiale vinto nel 2006, disputato nonostante un grave infortunio pochi mesi prima ne avesse messo a rischio la presenza. A Roma è diverso perché la città respira con la squadra e la squadra respira con la città. "A Roma c'è grande attenzione ed è un tema da tenere sotto controllo, ma credo che la struttura societaria e in particolare la parte sportiva con Di Francesco e Monchi abbia le spalle larghe e sia rodata per proseguire con questo discorso".


Popolare

COLLEGARE