Roma, Di Francesco: "Contro l'Atletico sarà una battaglia"

Strootman conclude infine facendo un piccolo paragone con l'anno scorso: "Ora è difficile dire se siamo più forti della passata stagione, dobbiamo aspettare qualche mese". Non conta però solo il centrocampo, tutta la squadra dovrà impegnarsi al massimo; io in primis, perché non sempre ho giocato bene.

'Noi l'anno scorso abbiamo lottato per arrivare secondi e tornare in Champions.

Il tecnico dei giallorossi ha proseguito cercando di far capire quale sarà l'identità di gioco: "Quello che voglio dalla squadra è una organizzazione ben precisa, cercando di giocare sempre insieme in ogni situazione e provando a essere competitivi in ogni situazione". Sicuramente c'è tanta esperienza: De Rossi ha giocato tante di queste partite tra Europa e nazionale, io e Radja invece un po' meno. "Non dimentichiamoci di Gerson, che è molto bravo".

Oggi ha parlato anche il centrocampista giallorosso Kevin Strootman, soffermandosi anche sulle voci di mercato che lo hanno visto accostare alla Juventus. Noi abbiamo le qualità per far male, abbiamo Strootman che è un leader in allenamento e in partita. Sicuramente devo fare di più, devo stare sempre attento. E' complicato rientrare dopo due anni, ma fisicamnte sto bene. "L'unica cosa che mi crea problemi ancora è il commettere errori quando sono stanco, in questo forse l'infortunio mi ha condizionato". Ora però l'olandese è tornato: sta bene fisicamente, è titolare nel nuovo centrocampo di Di Francesco e sembra deciso a riportare la Roma nel posto che merita - anche in Champions League.

Spero che tu possa rispondermi dopo la partita e possa dirmi che sono il vero Strootman. "Ho rinnovato il mio contratto di 5 anni quindi neanche ho pensato di lasciare la Roma". Abbiamo tanta fiducia. Come ho detto prima, dobbiamo farlo vedere sul campo. Il fatto che si sia fermato pregiudica un po' il suo percorso di recupero, ma questo non toglie che sono felice che l'infortunio sia meno grave del previsto.


Popolare

COLLEGARE