Muntari, ritirata la sua Jeep: "Sono pieno di debiti"

Il calciatore ghanese Sulley Muntari è stato lasciato a piedi a Chiasso: fermato al confine dalla Polizia Stradale per un controllo, gli è stato notificato il sequestro del super fuoristrada sportivo che stava guidando.

"Sto attraversando un momento di grosse difficoltà".

Messo alle strette dagli agenti, che gli hanno mostrato la denuncia per appropriazione indebita avviata da un'azienda genovose a cui non aveva pagato le rate del noleggio, il trentreenne terzino sinistro - attualmente svincolato e in cerca quindi di una nuova squadra - avrebbe ammesso l'addebito gistificandolo con un momento di personale difficoltà. "Sistemerò tutto al più presto". E tornerà nei prossimi giorni nella disponibilità della ditta genovese, la San Giorgio di Quarto, che è stata incaricata di recuperare il bene. Solo pochi mesi fa, con la maglia del Pescara, Muntari aveva fatto discutere (ed era stato lodato) per la scelta di abbandonare il campo di Cagliari, durante una partita di Serie A, a causa dei "buuu" razzisti non sanzionati dall'arbitro.


Popolare

COLLEGARE