Lorenzo è soddisfatto, Dovizioso: "Piovuto non a sufficienza"

Come riportato da "Sky Sport, Jorge Lorenzo a margine delle qualifiche ha così dichiarato: "Penso che in questa occasione sia stato positivo fare la Q1, perché mi ha permesso di avere a disposizione un quarto d'ora in più con l'asciutto". La cosa importante è che siamo in progressione e che ogni volta siamo più vicini alla vittoria, perché capisco la moto e posso esprimere il mio potenziale. "Per noi però era l'unica soluzione, perché c'era troppa differenza di grip con la gomma media e con quella non sarei stato competitivo fin dal primo giro" ha spiegato il pilota della Ducati. Per riuscire ad avvicinarmi ai primi avrei avuto bisogno di più tempo per affinare la mia Desmosedici, che ho sfruttato troppo in alcuni tratti della pista per recuperarne altri dove non ero veloce. Ad ogni modo Lorenzo porta a casa buone sensazioni che fanno ben sperare per la prossima gara in calendario.

Sono molto contento e anche la squadra è contenta. Ma sono stato fortunato perché la gamba migliora tanto ogni giorno, anche qui da giovedì sono sempre stato sempre un po' meglio. E' una questione di piccoli dettagli e di chilometri di esperienza, che mi rendono più a mio agio sulla moto e questo si sente alla distanza in gara. Posso forzare e andare più al limite, manca un pelino a metà curva, facciamo tanti metri e andiamo lunghi, se miglioriamo questo possiamo essere più competitivi. Prima della qualifica non avevo un gran feeling, ma sono riuscito comunque ad ottenere un buon tempo e siamo tutti piuttosto vicini. "Ho grandi speranze per Motegi, ma quest'anno abbiamo visto che non si sa mai". Anche se parto un po' indietro, in settima posizione, penso di avere delle buone possibilità per la gara e domani la differenza la farà la scelta della gomma posteriore.


Popolare

COLLEGARE