La Roma archiviata la Champions pensa al Verona

Sapeva che doveva sostituire Spalletti, ma non ha avuto problemi. Il presidente ci ha fatto i complimenti, è stato montato un caso senza motivo. Intanto, il presidente Pallotta ha incontrato la squadra e il mister a Trigoria.

In conferenza stampa, l'allenatore della Roma, Eusebio Di Francesco, messo sotto accusa dopo il non brillante inizio di stagione della sua squadra, ha parlato di molti temi, tra cui lo sfogo dopo il match di Champions con l'Atletico Madrid dell'attaccante bosniaco, Edin Dzeko: "Non ho gradito le sue dichiarazioni, ma è già tutto chiarito".

CALCIO Due smentite sono un pò troppe. Di Francesco ha poi aggiunto che "E' tornato a disposizione anche Karsdorp, mentre El Shaarawy ha ancora bisogno di qualche giorno di riposo". "C'è ancora bisogno di un po' di tempo per completare il nostro percorso e il buon possesso palla fatto con l'Atletico non può bastare".

Nessuna possibilità dunque di cambiamenti imminenti di modulo da parte di Di Francesco che ha ribadito la sua leadeship: "Sono una persona che vede, legge, cerca di capire, che ha la capacità di cambiare anche quando deve, ma quando è il momento giusto e quando ritiene opportuno farlo perché le scelte sono qua apposta per farle, e ho le p... per farle quando serve, quando lo richiedo io". Per me dieci metri più avanti o più indietro non cambia niente. "Ma io ho sempre fatto la mezz'ala, ora devo solo riuscire a riabituarmi al ruolo". Nella ripresa i giallorossi, oggi in campo con la terza maglia, controllano senza nessun affanno e chiudono definitivamente la partita al sessantunesimo: Kolarov, dalla sinistra, crossa rasoterra per il solito Dzeko che si allunga con il destro e batte Nicolas sul primo palo. L'anno scorso è un capitolo chiuso. Con ogni probabilità il polivalente calciatore della Roma giocherà titolare sabato sera contro l'Hellas Verona. È stato uno schock per me.


Popolare

COLLEGARE