Vino, sound e stelle: la notte di San Lorenzo a Marzamemi

Per festeggiare la notte di San Lorenzo, domani 10 agosto, nel nostro territorio sono tante le realtà che hanno organizzato eventi, alcune proprio per ammirare le stelle, altre per stare insieme. Mentre giovedì 10 agosto il trio Nodo (chitarra, contrabbasso e batteria) accenderà l'atmosfera con un repertorio che spazia tra il jazz, il funk e l'R'n'B.

Quest'anno "Il giornale di Isola" e l'associazione "Beni Culturali Sicilia", con il patrocinio del Comune di Isola delle Femmine, vi invitano a passare la notte di San Lorenzo ai piedi della Torre in terra di Isola delle Femmine, presso via Amerigo Vespucci, a due passi dalla scogliera e dal mare. Passando ai "perché" più tecnicistici, le stelle non sono davvero stelle, ma meteore. Manca poco alle Perseidi, uno dei fenomeni astronomici più suggestivi dell'anno.

Le stelle cadenti in una location d'incanto, ottima musica e, soprattutto, il vino. Questo fenomeno è concentrato nei giorni tra il 9 e il 14 di agosto quando sarà possibile vedere fino a 150-200 stelle cadenti l'ora.

Le meteore sfrecciano a circa 60 km al secondo, rendendo impossibile la loro osservazione al telescopio, pertanto si consiglia di portarsi in un luogo buio, senza luci, sdraiandosi comodamente, e osservare verso nord-nord est, verso la costellazione del Perseo, dal quale sembrano provenire prospetticamente tutte le meteore. In epoca romana, invece, si credeva che le Perseidi non fossero altro che una pioggia di sperma del dio Inuo-Priapo, capace in questo modo di rendere fertili i campi: il 10 agosto, sempre nello stesso periodo storico, veniva celebrata anche la controparte femminile del dio, Larentia.

Una pioggia di stelle cadenti si verifica ogni volta che la Terra si immerge, durante il suo percorso intorno al Sole, in una nube di detriti lasciati dal precedente passaggio di una cometa. E allora tutti con il naso all'insù nella speranza di intravedere una scia luminosa ed esprimere un desiderio.


Popolare

COLLEGARE