Terremoto di Ischia, la colpa è dell'abusivismo edilizio?

Perché una scossa modesta ha fatto tanti danni e anche morti e feriti?

Tempi accelerati per l'abusivismo, manufatti scadenti, caratteristiche geologiche dei luoghi sono elementi sufficienti a far ritenere un miracolo che le cose nel tempo non siano andate peggio: per il disappunto dei buontemponi che hanno avuto lo stomaco di scrivere in rete, in disprezzo dei napoletani. E' Legambiente a tracciare, nel dossier Mare Monstrum 2016, i contorni della piaga che da decenni divora Ischia: l'abusivismo edilizio. Tutti e tre di Casamicciola, nell'occhio del ciclone per i crolli e le case abusive. A tal fine sono state costituite migliaia di società di costruzione "paravento" che attraverso la connivenza con "istituzioni amiche" hanno fatto man bassa di appalti da Nord a Sud, prima operando nell'abusivismo per poi estendersi anche nell'edificazione di opere legali soltanto sulla carta!

"Quello che manca - continua il presidente dei geologi - e che andrebbe promosso ed incentivato, oltre Casa Italia, i cantieri pilota o sperimentali di Renzo Piano e gli altri grandi progetti, è la conoscenza e la consapevolezza dei rischi a livello microterritoriale, con azioni mirate nelle scuole, con i cittadini ecc". Io sostengo che si deve uscire dalla situazione di impasse attuale con scelte secche. E poi bisogna avere il coraggio di rivoluzionare il mercato immobiliare, mettendo al primo posto nelle valutazioni del valore di un immobile la sua sicurezza e non la sua bellezza o la sua localizzazione urbanistica.

Non a caso proprio in Campania il governatore De Luca sta combattendo con il ministro Delrio per difendere la propria legge che distingue tra abusi di speculazione e abusi di necessità nel tentativo di salvare questi ultimi dalle ruspe che il governo avrebbe intenzione di azionare per radere al suolo quello che non andava edificato.

Le domande più ricorrenti sono: perché? In dieci anni in Campania sono state realizzate circa 60mila case abusive. "Mi chiamo Ciro, ho 11 anni e ho salvato mio fratello".

Il terremoto di Ischia ha causato ingenti danni all'economia dell'isola comportando la fuga quasi totale dei turisti dall'isola che difficilmente a breve ritorneranno e di certo la presunta concatenazione, di cui non esistono prove certe, tra abusivismo e terremoto non aiuta. Se ci sono Paesi come il Giappone, la Nuova Zelanda, ma ormai anche il Cile, dove pure con terremoti più forti le case non cadono non è perché da noi non esiste un' elevata tecnologia antisismica, che invece c' è, ma solo perché l' edilizia in Italia è vissuta unicamente come fonte d' arricchimento e non come un mezzo per consentire alle persone di vivere bene e al sicuro.


Popolare

COLLEGARE