Maltempo, l'Italia si spacca: nubifragi al Nord, afa e caldo al Sud

Non si toccheranno più le temperature record della scorsa settimana ma il caldo sarà comunque il protagonista assoluto. Meteotrentino conferma che è in arrivo una perturbazione che porterà aria fredda.

Quest'oggi l'Italia divisa in due, dal punto di vista meteorologico: forti temporali e bruschi cali di temperatura al nord, mentre persisterà ancora un caldo torrido al centro - sud. Per avere una definitiva interruzione di questa imponente ondata di calore bisognerà però attendere l'ultima parte della prossima settimana: da venerdì, infatti, aria più fresca comincerà ad affluire, sospinta da moderati venti nord-occidentali. Lo dicono le previsioni del servizio meteo dell'Aeronautica militare. A dirlo sono i meteorologi del Centro Epson Meteo, ricordando che è la quinta e più intensa ondata di caldo di questa estate. Al Nord sin dal mattino aumenterà il rischio di temporali a partire dalle zone alpine e dal Piemonte ma in rapida propagazione nel corso del giorno anche a Lombardia e Nordest. Oggi si replica, ma il caldo sarà forse reso più sopportabile dal pensiero che sta per finire. Una lieve attenuazione del caldo estremo è attesa anche nelle regioni centrali e in Sardegna. Ci sarà quindi sole per tutta la giornata con temperature anche molto alte e picchi di quaranta gradi centigradi in provincia di Bari. I bacini interessati sono quelli dell'Alto Piave e del Piave Pedomontano, nelle province di Belluno e Treviso, il bacino dell'Alto Brenta-Bacchiglione-Alpone, nei territori delle province di Vicenza, Verona, Treviso e Belluno e il bacino dell'Adige-Garda e Monti Lessini, nel veronese. Nel pomeriggio nubi in aumento sulle zone montuose con lo sviluppo di alcuni temporali lungo l'Appennino centro-meridionale.


Popolare

COLLEGARE