Le vittime sono 14, ucciso anche il killer

Tra cui uno, si suppone, alla Sagrada Familia.

A tal proposito, stamane i medi iberici hanno diffuso le prime immagini del terrorista Younes Abouyaaqoub in fuga dopo la strage di Barcellona.

Si chiamava Julian Cadman il bambino australiano di appena 7 anni morto nell'attentato a Barcellona di giovedì scorso.

Tutti ieri avevamo tirato un sospiro di sollievo nell'apprendere che il piccolo Julian era stato ritrovato e stava bene, ma oggi è arrivata ufficialmente la terribile notizia della sua morte. "Stiamo cominciando a vedere chiaramente che questo era il luogo in cui stavano preparando gli esplosivi per commettere uno o più attentati nella città di Barcellona", ha spiegato Josep Luis Trapero, il capo dei Mossos d'Esquadra, in una conferenza stampa. Intanto arriva conferma dai media:"Il piccolo Julian è morto a Barcellona". L'esplosione della base logistica ha cambiato i piani "ma non la voglia di far male". La notizia è stata confermata dalla polizia catalana su Twitter. Si attende una conferma ufficiale da parte delle autorità catalane. Cinque di questi sono morti a Cambrils, dove hanno condotto il secondo attacco a poche ore da quello della Rambla, uccidendo una donna. La Vanguardia scrive che il 22enne, sospettato dalla Polizia di essere l'autista del furgone che ha causato la morte di 14 persone, sarebbe stato ucciso. Sfortunatamente si è trattato di un increscioso errore. La caccia all'autista-killer prosegue in Spagna e anche in Francia. La cellula, secondo quanto ricostruito degli inquirenti, era guidata da Abdelbaki Es Satty, che fino ad un anno fa è stato imam della moschea della cittadina catalana. Martedì, afferma sempre il quotidiano spagnolo, il magistrato dovrebbe interrogare i quattro presunti terroristi detenuti. "Ora, quel segreto cade e, domani, marted, comparirà a Madrid di fronte ai giudici istruttori antiterrorismo dell'Audienca Nacional assieme agli altri arrestati perchè i suoi verbali di polizia entrino formalmente nel fascicolo dell'indagine sulla strage della Rambla".


Popolare

COLLEGARE