Gruppo anti-migranti: "invasione di burqa in bus". Ma sono i sedili

È bastata una foto pubblicata sulla bacheca di un gruppo Facebook anti-immigrati per far scatenare i membri con commenti preoccupati e allarmati: quelle donne in burqa sono un simbolo dell'islamificazione del Paese, è stato detto. Un fan della pagina ha pensato bene di pubblicare la fotografia nel gruppo con il semplice messaggio "Cosa pensa la gente di questo?". Altri si sono affrettati a sostenere sia in atto una "islamizzazione" della Norvegia, così come non è mancato chi parlava di una situazione "tragica" ed "agghiacciante".

La foto riprendeva semplicemente un bus vuoto, con sedili in primo piano che potevano dare una molto vaga impressione di esser occupati.

Una serie di donne, in fila ordinata, completamente avvolte da un burqa. A sollevare l'epic fail è stato un utente, Sindre Beyer, che ha rilanciato il post e i commenti. Come riporta The Local, Breyer ha rimarcato di seguire il gruppo Fedrelandet viktigst, da un po' di tempo, e di esser rimato colpito dai pregiudizi e dall'odio così forte verso gli stranieri e i migranti fino ad arrivare al punto di scambiare alcuni sedili per donne col burqa.


Popolare

COLLEGARE