Gigi Buffon boccia il Var: "Così è pallanuoto"

- "Cosa penso del Var?". Parto dal presupposto che bisogna liberare gli arbitri dal mostro, anche per poter valutare serenamente la bravura di un direttore di gara che si deve prendere la responsabilità delle decisioni in base alle percezioni del campo. Lo dico mio malgrado, da portiere di una squadra che vince e attacca spesso, quindi mi do la zappa sui piedi. A mio avviso, se ne sta facendo un uso sbagliato e spropositato. È chiaro che, secondo me, va usato in maniera più coscienziosa: inizialmente era stato detto che sarebbe stato usato durante i casi eclatanti e sono d'accordo.

La valutazione dell'arbitro e la sensibilità che ha un arbitro nel gestire la gara perché chiaramente ogni contatto in area non significa che sia rigore, come potrebbe essere dalle fredde immagini. Lo scorso campionato abbiamo avuto tre rigori a favore, quest'anno arriveremo a 55, ma questo non è più calcio, diventa pallone da laboratorio. Se fossimo tutti più sereni, più sportivi e accettassimo gli errori, vivremmo con più umanità tutte le situazioni. Parlano a Sky Sport a margine dei sorteggi di Champions, il numero uno bianconero ha commentato i primi impegni stagionali in Europa dei bianconeri: "Noi e Barcellona siamo favoriti ma anche le squadre sono di grande tradizione ed esperienza europea". E' uno strumento - ha aggiunto - che, adoperato con parsimonia, può dare ottimi risultati e sicuramente fare il bene del calcio. "Ma così non mi piace, è brutto".


Popolare

COLLEGARE