Allarme uova contaminate in Europa: rischi anche in Italia?

Si pensi che solo in Germania sono state 10 milioni le uova contaminate individuate dalle autorità.

Lo scandalo potrebbe allargarsi anche in Francia, Svizzera, Gran Bretagna e Svezia dove sarebbero arrivati lotti delle uova sotto accusa. "Le indagini condotte attraverso il sistema di allerta europeo Rasff - così il ministero in una nota - hanno evidenziato che si ipotizza un uso fraudolento del fipronil da parte di alcuni produttori dei Paesi Bassi".

Nei Paesi Bassi, dove si ritiene che sia stata originata la contaminazione, l'insetticida è stato trovato insieme a dei prodotti utilizzati per le pulizie.

L'Italia potrebbe essere coinvolta soltanto marginalmente, considerato che il nostro Paese ha importato dall'Olanda nel 2017 578 tonnellate di uova di gallina. Dal Belgio arriva ora la notizia che già si sapeva da giugno di una possibile contaminazione delle uova olandesi. Il proprietario della società belga è sospettato di aver aggiunto del Fipronil al Dega-16 per aumentarne l'efficacia. Secondo l'OMS questa quantità può provocare danni ai reni, alla tiroide e al fegato se consumato in grandi numeri e per un certo lasso di tempo.

Secondo quanto riferito dal quotidiano olandese 'De Volkskrant', ripreso dal Guardian, si teme che la sostanza illegale sia stata mischiata con un altro insetticida autorizzato usato per accrescere la resa e il mix usato per oltre un anno.

A far infuriare poi la Germania, grande importatore di uova e Paese più coinvolto, è stato il balletto delle allerte e i ritardi delle comunicazioni.

La prima allerta è stata lanciata il 22 luglio dall'Autorità olandese per la sicurezza alimentare (NVWA).

L'insetticida delle uova olandesi contaminate è il Fipronil. Ima è in un terzo comunicato che finalmente ha ammesso come nelle uova di un produttore sia stata trovata una concentrazione di insetticida così elevata che il loro consumo costituisce un grave pericolo per la salute pubblica, in particolare per i bambini. "Stiamo ancora calcolando il numero di fattorie che sono state colpite e le analisi di 600 campioni sono in corso".

"La motivazione? Era stata avviata un'inchiesta giudiziaria per frode e non voleva violare il segreto istruttorio". I test sono concentrati su "poche decine" di allevamenti che producono sia uova che polli, ha spiegato Nvwa.

In base ai dati rilasciati dall'Istituto federale per la valutazione del rischio, citato dalla Deutsche Welle, un bambino che pesa circa 16 kg potrebbe mangiare 1,7 uova al giorno - o prodotti che le contengono come pancake - senza raggiungere il livello in cui il Fipronil diventa pericoloso, mentre per un adulto di 65 kg si potrebbe arrivare fino a 7 uova al giorno.


Popolare

COLLEGARE