Usa: fiamme grattacielo Honolulu, 3 morti

L'incendio è avvenuto a circa un mese di distanza dal rogo della Grenfell Tower a Londra, dove almeno ottanta persone sono rimaste uccise.

Fortunatamente le dimensioni della tragedia questa volta sono ridotte ma l'incendio che si è sviluppato nella notte al 26° piano della residenza Marco Polo, un grattacielo di Honolulu, ha comunque provocato vittime e feriti. Centinaia di persone sono fuggite o sono state evacuate quando le fiamme prendevano piede nel grande complesso composto da 568 appartamenti e quattro centri commerciali. Tra le vittime anche una madre e il figlio, secondo quanto riportato dall'agenzia Reuters. I vigili del fuoco hanno riferito di persone prigioniere nei loro appartamenti nel complesso in fiamme. I Vigili del Fuoco non escludono che ci possa essere ancora qualcuno rimasto intrappolato. Il fuoco è divampato in un appartamento al ventiseiesimo piano del grattacielo e sarebbe arrivato a lambire fino il 28esimo. "Senza alcun dubbio, se ci fossero stati gli spruzzatori automatici in quell'appartamento, il fuoco sarebbe stato contenuto in quell'unità" ha detto una residente, Teresa Sommerville alla tv locale Khon.

Le autorità hanno detto che il palazzo non era dotato di un sistema antincendio. "Il problema più rilevante è il costo - ha detto - I residenti devono pagare". E' un sistema costoso.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google.


Popolare

COLLEGARE