Mondiali sincro 2017: con "Un urlo da Lampedusa" storico oro italiano

Giorgio Minisini e Manila Flamini si aggiudicano il primo posto nel sincronizzato, specialità duo misto tecnico.

Storico oro per l'Italia ai Mondiali di nuoto sincronizzato di Budapest.

Fotografa il dramma, l'amore e la speranza di tante famiglie che ogni giorno fuggono dall'odio della guerra, dalla piaga della fame e dalla persecuzione politica e religiosa.

"È il coronamento di un sogno -ha commentato Patrizia Giallombardo, dt della Nazionale- e il frutto del grande lavoro di tutto lo staff azzurro". Ringrazio Rossy, Roby e Nassia, loro capiranno. I due sbarcano ma Giorgio si accorge che Manila non ce l'ha fatta, la solleva in braccio e urla di dolore.

La notizia sul sito della Federazione Nuoto
La notizia sul sito della Federazione Nuoto

Poi le lacrime hanno preso il sopravvento e il bordo vasca è diventato teatro di abbracci, selfie e canti di gioia. Giorgio Minisini e Manila Flamini conquistano il titolo iridato a distanza di due anni dal bronzo ottenuto a Belgrado. Ho sempre avuto grandi ambizioni e il mio carattere mi ha aiutato ad arrivare fino a qui.

La coppia formata da Manila Flamini e Giorgio Minisini ha raggiunto il gradino più alto del podio con 90.2979 punti precdendo la coppia russa Kalancha e Maltsev che totalizzato 90.2639. "La finale l'abbiamo vinta noi ma questa è la medaglia dell'Italia". La Flamini non è nuova alle vittorie: già nel 2015 infatti aveva conquistato in Kazan il bronzo insieme a Minisini, con il quale ha vinto anche l'argento ai campionati europei del 2016.

Le gare organizzate dalla Federazione Internazionale di Nuoto (Fina) si concluderanno il 30 luglio.


Popolare

COLLEGARE