Milano, tenta di strappare neonata alla mamma: fermata una donna

L'incubo di ogni genitore si è avverato ieri pomeriggio nella clinica Mangiagalli: una donna ha finto di essere una dipendente della struttura e ha tentato di portar via una neonata alla madre con la scusa di dover eseguire degli esami. L'ecuadoriana ha approfittato del gran via vai che all'orario delle visite contraddistingue sempre la clinica Mangiagalli, e per un soffio non è riuscita nell'intento di sottrarre alla madre la piccola. All'insegna dell'indignazione le prime reazioni del padre della neonata che ha puntato l'indice contro i fallaci sistemi di controllo degli accessi ai reparti: "Vi rendete conto che quella donna ce l'aveva quasi fatta? - ha tuonato l'uomo, un giovane di origine marocchina, comprensibilmente sconvolto per la vicenda - L'hanno presa sulle scale, stava per uscire con la mia bambina!".

Del resto non pare essere emerso alcun "movente" diverso: la donna non conosceva, infatti.la madre della bambina, che sarebbe stata scelta così a caso, durante il suo raid nella clinica milanese per mettere a segno il suo piano. L'episodio è accaduto oggi intorno alle 15. L'occhio allenato del personale sanitario ha invece colto immediatamente che stava accadendo qualcosa di insolito, quando è stata vista passare la donna con la bimba in braccio. Secondo quanto riferito nelle ore seguenti al tentativo di rapimento, la donna non avrebbe mai sofferto di problemi psichici. Molte mamme si stavano preparando a lasciare la clinica. Nessun sospetto, nonostante la donna non indossasse il camice bianco. Grande è stata la paura per la mamma ma anche per lo stesso personale sanitario. La donna sudamericana che ha tentato di rapire la bimba è stata fermata e portata in commissariato.


Popolare

COLLEGARE