Migranti, Frontex: "Sull'Italia un peso straordinario, serve sostegno"

L'Agenzia si è impegnata a rafforzare la sua presenza negli hotspot in Italia per aiutare le autorità nazionali ad accelerare il processo di identificazione e registrazione degli immigrati, così come le procedure per gestire le richieste di asilo. L'Agenzia ha anche proposto di espandere l'uso di un aereo da ricognizione che manda in tempo reale video ed altri dati dal Mediterraneo Centrale al Frontex situation centre di Varsavia. Durante la riunione di Varsavia si è anche parlato dei rimpatri dei migranti illegali presenti in Italia. Secondo l'agenzia Ctk, che ha anticipato la lettera con cui il governo ceco risponderà all'Ue, Praga darà la colpa all'Italia, che non si sarebbe resa sostanzialmente disponibile di fronte all'offerta della Repubblica ceca.

Un "contentino" all'Italia che continua a vedersi sbattere in faccia le porte da parte di Germania, Francia, Spagna, Belgio ecc. i quali non ne vogliono sapere di rivedere la decisione sui porti: nessuna regionalizzazione degli sbarchi. porti chiusi e migranti in Italia. Fabrice Leggeri, direttore di Frontex, dopo un incontro con la delegazione italiana ha infatti annunciato che l'operazione Triton sarà rivista, con l'impegno dei Paesi europei a rafforzarla. Leggeri ha sottolineato che nel corso dell'incontro, saranno messe allo studio "proposte che verranno poi condivise con tutti gli Stati che partecipano all'operazione Triton". "Frontex si occupa delle questioni operative e giuridiche", ha spiegato. "Diversi Paesi hanno già espresso la disponibilità a partecipare alle operazioni di rimpatrio rapido".

Mentre il governo italiano veniva preso a pesci in faccia al G20 sulla questione dei sedicenti "profughi" e successivamente dall'eurogruppo sulla flessibilità di bilancio come e peggio di un qualsiasi esecutivo fantoccio dei tempi del nazismo, emergevano dati disastrosi sulla tenuta sociale del nostro paese. Sará l'abilità diplomatica di Gentiloni, Alfano e Minniti a determinare il successo della revisione di Triton.

A favore dell'Italia e delle richieste di sostegno e condivisioni dei compiti nell'attività di soccorso, accoglienza e smistamento dei migranti insieme ad una rielaborazione del piano operativo di Triton, il ministro greco per le migrazioni Ioannis Mouzalas secondo cui "Le richieste dell " Italia "sono giuste". Lo scrive, in un post su Facebook, il vicepresidente della Camera M5S Luigi Di Maio, in queste ore a Bruxelles. "Stiamo incontrando - ha scritto su Facebook - il direttore di Frontex, Fabrice Leggeri". I partecipanti si sono detti favorevoli e hanno proposto un supporto addizionale da parte della Ue e di Frontex, ma il loro parere al momento non è vincolante o ufficiale.


Popolare

COLLEGARE