Il Vesuvio continua a bruciare: evacuate abitazioni delle zone a rischio

Se le fiamme arrivassero all'interno di Cava Sari la tragedia potrebbe amplificarsi in modo incalcolabile. Coinvolti i Comuni di Boscotrecase, Trecase, Ercolano, Terzigno, Ottaviano, Torre Annunziata, ma le zone maggiormente colpite dai roghi sono due: Ercolano e Ottaviano. "Noi siamo sicuri che gli incendi siano di tipo doloso perché non è impossibile che non si faccia in tempo a spegnere un focolaio che ne spuntino altri in tante diverse zone". "Ci sono, innanzitutto, degli incendi boschivi e l'incapacità delle nostre autorità di tutelare il territorio - denuncia il sacerdote -". Chi ha appiccato l'incendio, conosce i luoghi, i boschi e si pensa abbiano usato animali vivi, come i gatti, cospargendoli di benzina e buttati nelle fiamme. "Speriamo che l'emergenza finisca presto, abbiamo costruito una struttura interna dedicata agli incendi per intervenire in maniera tempestiva e efficace", conclude l'amministratore delegato di GORI, Claudio Cosentino. Continua a bruciare da ieri, anche se l'incendio e' ormai sotto controllo, la zona di Adrano, nel catanese.

Il Faro on line - Si sono uniti i due incendi che stanno interessando il Vesuvio, il primo sviluppatosi da Ercolano e quello cominciato ad Ottaviano. Il Centro Operativo Comunale di Ercolano presso il Comando di Polizia locale e Protezione Civile è operativo 24 ore su 24.

Il fronte del fuoco si estende per circa 2km di lunghezza. La situazione è particolarmente complessa per la concomitanza di più fronti che si sono sviluppati sull'intero territorio e, in particolare, in provincia di Napoli, Salerno e Avellino.

Decine i mezzi di Vigili del Fuoco e Protezione civile impegnati per cercare di arginare le fiamme, compresi gli aerei Canadair e i grandi elicotteri Erickson dell'ex Forestale. Incoscienza di fumatori che si liberano di mozziconi di sigaretta accesi?

Minacciata un'area abitata in contrada francese, a Castelmola (Messina), dove è stato inviato un Canadair, all'opera dalle 9: qui i residenti hanno vissuto una notte d'inferno: sono state evacuate una ventina di famiglie; le squadre dei vigili del fuoco e della Forestale non si sono fermate mai, in attesa dell'arrivo del Canadair.

"Sposi e invitati in festa mentre dietro il Vesuvio brucia" è il titolo di un articolo dell'Huffington Post a firma Rara Piol.


Popolare

COLLEGARE