Fca, utili trimestrali a 1,2 miliardi In cassa 20 miliardi di liquidità

Lo ha reso noto il costruttore, che nel periodo ha registrato un calo delle consegne complessive dell'1% a oltre 1,22 milioni di unità. Un risultato positivo ma non sbalorditivo come invece è quello relativo agli utili, cioè a quanto guadagnato una volta sottratti i costi sostenuti per realizzare questo giro d'affari.

I ricavi del primo semestre 2017, pari a 1.046,9 milioni di euro, registrano un aumento di 7 milioni di euro (+0,7%) rispetto al corrispondente periodo del 2016. I ricavi consolidati sono cresciuti del 31,3%, attestandosi a 631,4 milioni di euro rispetto ai 481 milioni del primo semestre 2016; il Margine operativo lordo è aumentato del 18,2% a 85,1 milioni di Euro (72,0 milioni di euro nel primo semestre 2016); l'utile netto di gruppo ha raggiunto i 15,5 milioni di euro (+40,4% rispetto agli 11 milioni del primo semestre 2016). I ricavi netti di Fca nel secondo trimestre sono pari a 27,9 miliardi di euro, in linea con lo stesso periodo del 2016 (in calo del 2% a parità di cambi di conversione). L'Ebitda è di 146 milioni di euro (contro 113) con un Ebitda margin consolidato pari al 6,3% (contro 5% al 30 giugno 2016). Il nostro solido cash flow ci ha permesso di restituire più valore agli azionisti, investire in crescita futura e nelle nostre persone, incluso un piano per accelerare i fondi pensione che riduce il rischio e la ciclicità del nostro business.

In aumento, inoltre anche le masse che salgono 52,1 miliardo (+20%) contro i 43,9 miliardi del 30 giugno 2016.

Sergio Albarelli, ceo di Azimut (nella foto) , ha così commentato i dati: "Siamo orgogliosi di presentare il secondo miglior semestre della storia del Gruppo, a ulteriore conferma della solidità del nostro modello di business capace di offrire soluzioni di investimento e consulenza di successo in ogni contesto di mercato".


Popolare

COLLEGARE