Corea del Nord, tensione tra Usa e Russia

Questo Giovedì, Joyce ha detto inoltre che l'Australia ha intenzione di interrompere gli scambi commerciali con i paesi che fanno affari con Pyongyang.

Il Giappone ha reagito con rabbia attraverso sia il segretario generale del governo, Yoshihide Suga, per il quale "le ripetute provocazioni della Corea del Nord sono assolutamente inaccettabili". L'ambasciatrice statunitense alle Nazioni Unite, Nikki Haley, ha denunciato la mancata volontà da parte di Mosca di riconoscere che la Corea del Nord è ormai entrata a far parte dell'esclusivo club delle nazioni che posseggono un arsenale balistico strategico.

Dopo il lancio dell'ultimo missile della Nord Corea gli Stati Uniti hanno chiesto una riunione d'emergenza del Consiglio di Sicurezza dell'Onu. Se confermate, le affermazioni del Nord sarebbero un chiaro passo in avanti verso l'utilizzo "ordinario" di missili nucleari capaci di raggiungere anche le coste occidentali degli Usa.

La Haley ha poi proseguito: "Oggi è un giorno buio, perché le azioni della Corea del Nord hanno reso il mondo un posto più pericoloso".

Con il test di un Icmb, Pyongyang "sta velocemente chiudendo la possibilita' di una soluzione diplomatica", ha ammonito la Haley, avvertendo che gli Stati Uniti potrebbero ricorrere alle "nostre considerevoli forze militari se dovremo, anche se preferiamo non andare in questa direzione".

La pensa diversamente l'ambasciatore americano, Nikky Halley, per cui "se la Russia non vuole sostenere misure più severe contro Pyongyang deve mettere il veto alla bozza di risoluzione" che sarà presentata da Washington nei prossimi giorni. "Se agiamo insieme possiamo ancora prevenire una catastrofe", ha affermato Haley.


Popolare

COLLEGARE