Rogo di Londra: Gloria Trevisan e Marco Gottardi sono morti

Anche l'ultimo barlume di speranza si è spento per i ragazzi veneti Gloria Trevisan e Marco Gottardi, da tre mesi nella capitale del Regno Unito a cercare uno sbocco professionale che li soddisfacesse: il loro nome non è più inserito nella lista dei dispersi della Grenfell Tower ma in quella delle vittime. I morti recuperati trasportati all'obitorio sono già 16.

Era proibito il materiale utilizzato come rivestimento della Grenfell Tower di Londra. Tuttavia - ha ricordato il comandante Cundy - potrebbero esserci persone che erano presente là quella notte senza che altri lo sapessero "ed è prioritario stabilire chi fossero". La notizia arriva nel giorno dei festeggiamenti ufficiali per il 91esimo compleanno della regina Elisabetta II.

"Oggi - è l'incipit del messaggio della sovrana alla nazione - è un giorno tradizionalmente di celebrazioni". La premier Theresa May ha dichiarato che il governo stanzierà 5 milioni di sterline a sostegno dei superstiti e si impegnerà ad assicurare a ognuno di essi un alloggio nello stesso quartiere e a fornire gratuitamente assistenza legale per tutta la durata dell'inchiesta. (May se ne deve andare), rimproverandole di aver gestito con freddezza, senza empatia e tardivamente la tragedia dello spaventoso incendio di North Kensington. Nelle stesse ore il primo ministro ha ricevuto una delegazione di sopravvissuti e di volontari della torre incendiata, dopo aver tenuto una riunione della task force creata dopo il disastro.

Alta tensione al municipio di Kensington e Chelsea, a nord di Londra.


Popolare

COLLEGARE