Milan, Barbara Berlusconi: "Mio padre chiama Fassone per confrontarsi"

Così Barbara Berlusconi, presidente di Fondazione Milan, ha espresso la sua speranza che Donnarumma possa firmare il rinnovo di contratto con il club rossonero. Mi piace il fatto che stiano parlando in modo chiaro e trasparente con i tifosi.

Barbara Berlusconi ha anche spiegato qual è lo stato d'animo di suo padre, che si è privato del club dopo 31 anni da proprietario e 29 trofei conquistati. Sono stata onorata quando mister Lee e Fassone mi hanno chiesto di restare presidente della Fondazione Milan.

Sulla nuova proprietà: "Sono positiva, vedo che si stanno muovendo bene". "Ho visto Fassone e Mirabelli che si sono mossi molto bene, andando a vedere i giocatori in tutta Europa". Questo è normale, perché il Milan fa parte del suo cuore e della sua vita.

Riguardo al mercato, ai microfoni di Sky Sport 24, la figlia di Berlusconi ha esortato in qualche modo il portierino Gigio Donnarumma a rimanere: "Credo che mai come oggi il Milan abbia bisogno di una bandiera e chi meglio di Donnarumma per prendere questo ruolo anche a lungo termine e per tanti anni? Sicuramente è una trattativa molto delicata, da tifosa mi auguro possa rimanere". Per mio padre è stato un processo molto doloroso, lui è il primo tifoso rossonero, ne ha sofferto molto, ma ritiene di aver preso la decisione migliore e tutta la mia famiglia si augura che il Milan possa tornare a vincere. "Ancora adesso chiama spesso Fassone per confrontarsi".

Su Maldini: "Non posso giudicare l'operato di Maldini perché non sono nella sua mente. Mi sembra che questo sia avvenuto, la nuova proprietà è contenta e sta sfruttando al meglio le opportunità che questa nuova sede può dare".

Sullo sviluppo in Cina: "Mi auguro che, grazie a questa nuova proprietà, il Milan possa da un punto di vista commerciale e del brand far cresce i fatturati. Avrà avuto le sue motivazioni, che io non conosco, per non accettare questa proposta che gli è arrivata". Per affrontare un mercato come quello cinese è importante il fatto che ci siano persone che lavorano in loco, che conoscono il settore. Per un club di calcio che vuole competere con le grandi d'Europa il bisogno di aumentare il fatturato è fondamentale.


Popolare

COLLEGARE