Cei,ok ius soli. Lega,pensate a italiani

Quello che mi preoccupa è che partiti o formazioni politiche che hanno sempre lavorato diversamente ora stiano temendo di perdere voti. "Qui tutti sanno come certe persone prima hanno detto una cosa, poi ne hanno detta un'altra".

Il segretario della Cei se la prende senza nominarla anche con la Lega, responsabile giovedì dei disordini in aula a Palazzo Madama dove è stata incardinata la legge sullo Ius soli.

Agenpress - "Siamo preoccupati per come si sta affrontando questo problema, persino con gazzarre ignobili in Aula".

Non è un mistero di come la pensi la Chiesa sulla questione.

Immediata la risposta alla Cei del leghista Calderoli: "Stupisce la netta presa di posizione della Cei che invoca l'approvazione della legge che introduce Ius soli e Ius culturae e regala la cittadinanza ad almeno un milione di immigrati anche se potrebbero essere il doppio". "Sono cose così importanti sulle quali o ci si confronta o si affossa una realtà molto importante". "C'è ancora qualcuno - prosegue Grasso - che non crede si possa difendere contemporaneamente chi è disoccupato e chi è migrante". "Non ho mai incontrato Di Maio e Casaleggio". "Su alcuni temi finalmente i 5 Stelle sono arrivati alle posizioni di buonsenso della Lega", sostiene, consapevole di irritare la controparte. Salvini, nell'intervista a Maria Latella, a Skytg24 ha dichiarato: "Il Pd è l'unico partito veramente razzista presente in Parlamento". Fico omette di dire però che l'astensione non è affatto neutrale, ma equivale a un voto contrario in Senato. Quindi oggi lotto per il loro futuro, contro la ius soli.perché il loro futuro è messo in pericolo da queste masse del Sud del mondo, perché le soluzioni future sono due.


Popolare

COLLEGARE